MENUMENU

STORIA DEL FESTIVAL

XIII edizione 2018

5 GIORNI DI CINEMA E CULTURA

Il Centro Storico s’illumina con le storie più belle del cinema indipendente.

INCONTRO

VOCI DI CONFINE – NO TOXIC CULTURES

In collaborazione con Amref Health Africa. Interventi di Erri De Luca, Luigi Coppola, Francesco Cabras, Demetrio Salvi, Maurizio Capone, Guillaume Levil, Valentina Tamborra, Gabriella Guido, Silvia Miglietta.

MOSTRE FOTOGRAFICHE

VOCI DI CONFINE di Valentina Tamborra

LECCE NON BAROCCA di Paola Ianni

WORKSHOP DI SOUND DESIGN

IL SUONO DEL CINEMA a cura di Luca Giovanardi

PRESENTAZIONE RIVISTA

SENTIERI SELVAGGI 21ST con l’intervento di Sergio Sozzo, Pietro Masciullo, Demetrio Salvi.

NUOVI SGUARDI INTERVIEWS

Gli studenti intervistano i registi: Vincenzo De Sio, Guilaume Levil, Francesco Cabras, Andrea Simonetti, Doralma Palestra, Hermes Mangialardo, Alberto Lutri, Valerio Manisi, Gianni Saponara.

LFF JUNIOR

IL CINEMA IN GIOCO

Proiezioni di cortometraggi indipendenti per bambini, laboratori creativi e truccobimbi.

FILM FUORI CONCORSO

Ho rischiato di diventare zollinese – Videoracconto di Antonio De Blasi di Fabrizio Lecce e Daniele Coricciati

PREMI

MIGLIOR FILM

Are you volleyball!? di Mohammad Bakhshi (Iran)

Per la capacità di raccontare poeticamente l’assurdità della guerra costruendo un’utopia credibile in cui carnefici e vittime assecondano il loro desiderio silente di superare le barriere e uscire dai propri ruoli, riscoprendo, nel gioco e nell’infanzia perduta, la felice banalità del bene.

PREMIO CINECLUB

Arthur Rambo di Guilaume Levil (Francia)

GIURIA: Corrado Punzi, Mattia Soranzo, Fabrizio Lecce.

XII edizione 2017

IL NUOVO CINEMA SENZA CONFINI

Nel centro storico di Lecce il cinema nuovo, senza confini geografici e di linguaggio: 60 film di qualità e di grande valore sociale e culturale.

CORSO

LEZIONI DI CINEMA a cura di Daniele Clementi

WORKSHOP DI FOTOGRAFIA PER IL CINEMA

RACCONTARE CON LUCE a cura di Giorgio Giannoccaro

SEMINARIO DI SCENEGGIATURA

SCRIVERE UN CORTO a cura di Demetrio Salvi

SONORIZZAZIONE

SOUND AND VISION a cura di Sergio Chiari e Francesco Rizzo

MOSTRA FOTOGRAFICA

JAZZ PER LE TERRE DEL SISMA di Sergio Limongelli

Con l’intervento di Raffaele Casarano (sax)

MOSTRA

MINIMAL CINEPOSTER a cura di Nicola Neto

FILM FUORI CONCORSO

The best di Mattia Epifani

A story of children and film di Mark Cousins

Fragole celesti di Guido Chiesa

Heart of a dog di Laurie Anderson

The Harvest di Andrea Paco Mariani

East End di Skanf e Puccio

PREMI

MIGLIOR FILM

Fils de di Charlotte Karas e Thierry Le Mer (Francia)

Con delicatezza tra finzione e realtà conduce in un mondo che non immaginiamo con una durezza che non ferisce, in una verità amara e necessaria che diventa perfino tenera agli occhi di chi la guarda.

MIGLIOR ANIMAZIONE

Engine of time di Ilenia Locci e Fabio Loi (Italia)

MIGLIORE REGIA

Crash di Hong Heng Fai (Cina)

MIGLIORE SCENEGGIATURA

Toma Waszarow e Viktor Dessov per Red light (Bulgaria)

MIGLIOR ATTRICE

Diaryatou Daff per Lurna di Nani Matos (Spagna)

MIGLIORE FOTOGRAFIA

Carlo Michele Schirinzi per Eclisse senza cielo (Italia)

PREMIO CINECLUB

October is over di Karen Akerman e Miguel Lopes (Brasile)

PREMIO DEL PUBBLICO

Fils de di Charlotte Karas e Thierry Le Mer (Francia)

GIURIA: Monica Mazzitelli, Beppe Sbrocchi, Daniele Clementi
Chiara Idrusa Scrimieri, Letizia Pia Cartolaro.

XI edizone 2016

UN NUOVO INIZIO

Cinque giorni di cultura, emozioni e divertimento rivolti ad appassionati, famiglie e giovanissimi. Produzioni indipendenti provenienti da ogni parte del mondo per un’ampia panoramica sul cinema e sui registi del futuro, con tante anteprime e opere premiate nei più importanti festival internazionali, omaggio ai miti del grande schermo, cinematografie emergenti e incontri dedicati ai grandi protagonisti della musica d’autore.

PERFORMANCE VIDEO MUSICALE

RAPSODIA DI VOCI

INCONTRO

DONNE DEL CINEMA con Chiara Ricci

INCONTRO

BOWIE LOVES CINEMA con Pasquale Stea

 CORSO DI FORMAZIONE

NUOVI SGUARDI / PIA SONCINI FILM CAMPUS

con gli studenti del Liceo Virgilio-Redi di Lecce

FILM FUORI CONCORSO

Hitchcock/Truffaut di Kent Jones

Amy di Asif Kapadia

No Direction Home di Martin Scorsese

Aya goes to beach di Maryam Touzani

Il successore di Mattia Epifani

Wallah Je te jure di Marcello Merletto

PREMI

MIGLIOR FILM E MIGLIORE REGIA

The son di Hristo Simeonov (Bulgaria)

MIGLIORE SCENEGGIATURA

Santos Mercero per Como yo te amo di Fernando Garcìa-Ruiz (Spagna)

MIGLIORE FOTOGRAFIA

Sturla Brandth Grøvlen per Àrtùn di Guðmundur Arnar Guðmundsson (Islanda)

MIGLIOR ATTORE

Deema Aitken per the good boy di Alice L. Lee (USA)

MIGLIOR MONTAGGIO

Vajont, una tragedia italiana di Nicola Pittarello (Italia)

PREMIO CINECLUB

Henry di Phillip Fussenegger (Austria)

GIURIA: Mattia Epifani, Giorgio Giannoccaro, Chiara Ricci, studenti Pia Soncini Film Campus.

X edizione 2015

CINEMA INVISIBILE DAL MONDO

Edizione ricca di proposte, frutto di passione, lavoro, studio, curiosità, viaggi, con un occhio rivolto al territorio e l’altro alla ricerca di novità dal Mondo. Confermata la scelta di non avere vip e tappeti rossi ma solo gente interessante, di evitare pubblicità ed eventi e proiezioni in contemporanea. Nessun limite a tematiche, generi e durata dei film, età e provenienza degli autori. Abbiamo costruito un Festival in totale libertà, serio e divertente insieme. Il concorso internazionale con 35 film, la retrospettiva sul regista senegalese Djibril Diop Mambety, musica, teatro, fumetti, uno spazio dedicato alla città (Lecce d’Autore).

INCONTRO

CINEMA AFRICANO con Roberto Silvestri

WORKSHOP

LAVORARE CON IL CINEMA A SCUOLA a cura di Demetrio SalvI

CORSO DI FORMAZIONE

NUOVI SGUARDI / PIA SONCINI FILM CAMPUS

con gli studenti del Galvani-Iodi di Reggio Emilia

FILM FUORI CONCORSO

Touki Bouki di Djibril Diop Mambety

Hyenes di Djibril Diop Mambety

Le franc di Djibril Diop Mambety

La petit vendeuse de soleil di Djibril Diop Mambety

Senza Lucio di Mario Sesti

Quijote di Mimmo Paladino

Janis di Amy J. Berg

Animeland di Francesco Chiatante

Ogni volta che parlo con me di Ippolito Chiarello e Matteo Greco

PREMI

MIGLIOR FILM

The Purple House di Selim Gribaa (Tunisia)

MIGLIORE REGIA

Più buio di mezzanotte di Sebastiano Riso (Italia)

MIGLIORE SCENEGGIATURA

Balcony di Lendita Zeqirahi (Kosovo)

MIGLIORE FOTOGRAFIA

I resti di Bisanzio di Carlo Michele Schirinzi (Italia)

MIGLIOR MONTAGGIO

Il nemico, un breviario partigiano di Federico Spinetti (Italia)

MIGLIOR ATTORE

Mauro Racanati per Noi siamo Francesco di Guendalina Zampagni (Italia)

PREMIO SPECIALE COMUNE DI LECCE

Dignity di Monica Mazzitelli (Italia/Mozambico)

PREMIO CINECLUB

Jord Over Vind di Joern Utkilen (Norvegia)

GIURIA: Ippolito Chiarello, Matteo Greco, Demetrio Salvi, le studentesse di “Nuovi Sguardi”

IX edizione 2014

FILM EUROPEI INDIPENDENTI

Ostinatamente indipendente. Da facili scorciatoie, mode, logiche economiche, compiacenze politiche e istituzionali. È stata la sua forza in questi 9 anni, permettendogli di andare avanti con un piccolo budget e con l’obiettivo di portare a Lecce qualcosa che mancava: il cinema indipendente. Anche nel 2014, aprendo le porte all’Europa, prosegue secondo le intenzioni originarie: garantire proiezioni di ottima qualità, senza accavallamenti di orario, presentando ogni opera, rinunciando all’ingerenza di prodotti commerciali, evitando sprechi di denaro pubblico e di materiali. Pur consapevole di quanto sia indispensabile oggi gettare fumo negli occhi per farsi notare, LFF ha scelto di non accecare nessuno, rinunciando a manifesti giganti, tappeti rossi, vip, party, ecc., puntando decisamente sui contenuti.

LEZIONE DI CINEMA

DOCUMENTARIO E FOTOGRAFIA D’AUTORE a cura di Francesco G. Raganato

INCONTRO

ROCKEMILIA INDIPENDENTE con Max Collini (Offlaga Disco Pax)

FILM FUORI CONCORSO

Class enemy di Rok Bicek

Fedele alla linea di Germano Maccioni

Not anymore: a story of revolution di Matthew VanDyke

PREMI

MIGLIOR FILM

37° 4 S di Adriano Valerio (Francia)

MIGLIORE REGIA

Chaque jour est une petite vie di Fioretti e Léonard (Francia)

MIGLIORE SCENEGGIATURA

Mousse di John Hellberg (Svezia)

MIGLIOR MONTAGGIO

(Des)incontros di Rodrgio Bernardo (Brasile)

MIGLIORE FOTOGRAFIA

America di Alessandro Stevanon (Italia)

MIGLIOR ATTRICE

Millitsa Gladnishka per Janne for love di Vilma Kartaisha e Radko Savov (Bulgaria)

PREMIO SPECIALE “ANCHECINEMA”

Onda anomala di Pompili e Parisiani (Italia)

PREMIO SCUOLA

Mi ojo derecho di Josecho De Linares (Spagna)

PREMIO CINECLUB

H24 Poliziotti allo specchio di Raffaele Manco

GIURIA: Max Collini, Francesco Raganato, Cosimo Loré, Alessandra Strano

VIII edizione 2012

FILM ITALIANI INDIPENDENTI

“Cinema Invisibile” è ancora qui, con una splendida edizione natalizia. Sforiamo nel 2014, ci trasferiamo, ci spezzettiamo, ma restiamo l’unico appuntamento di cinema italiano indipendente della città. Merito di Astragali Teatro che crede con entusiasmo in questa iniziativa e affianca il Cineclub Fiori di Fuoco nell’organizzazione. Questa edizione è dedicata a Lou Reed, senza il quale…

DIBATTITO

CINEMA: PASSATO RIVOLUZIONARIO, FUTURO DA REINVENTARE

Interventi di Franco Farina (giornalista) e dei registi Riccardo Camilli, Lorenzo Bechi, Andrea Simonetti, Luciano Schito, Italo Zeus, Alessandro e Fabrizio Nucci, Carlo M. Schirinzi, Francesco Di Pierro, Giulia Cacchioni, Mirko Dilorenzo, Sonia Giannetto

CONCERTO

Mànu Theròn e Enza Pagliara

PREMI

MIGLIOR FILM

Noi non siamo come James Bond di Mario Balsamo e Guido Gabrielli

Viaggio sorprendente e illuminante nel quale i due autori, partendo dal pretesto della ricerca di un sogno, hanno saputo parlare di temi come l’amicizia, la malattia, i dubbi e la fragilità dell’uomo con ottima efficacia narrativa e cinematografica.

MENZIONI SPECIALI GIURIA

Jeans e martò di Claudia Palazzi e Clio Sozzani

Natura morta in giallo di Carlo Michele Schirinzi

MIGLIORE REGIA

Alle corde Andrea Simonetti

MIGLIORE SCENEGGIATURA

Anita Galvano e Luca Dal Canto per Il cappotto di lana

MIGLIORE FOTOGRAFIA

Francesco Di Pierro per Margerita di Alessandro Grande

MIGLIOR MONTAGGIO

Davide Vigore per Chi vuoi che sia

MIGLIOR ATTORE

Collettivo attori per Bathrooms di Lorenzo Bechi

PREMIO CINECLUB

Giudizi universali di Riccardo Camilli

GIURIA: Angelo Cretella, Franco Farina, Alessandro Lanciato

VII edizione 2012

FESTIVAL INDIPENDENTE ITALIANO

Cinema Invisibile cambia date e da manifestazione estiva diventa appuntamento autunnale. Lo spirito è sempre quello di dare spazio ai nuovi talenti del cinema italiano che difficilmente raggiungono visibilità. Un’edizione speciale “in extremis” per non chiudere un percorso di ricerca ormai consolidato. Con entusiasmo, il Festival continua.

DIBATTITO

CINEMA E TEATRO: AFFINITÀ E DIVERGENZE

Interventi di Fabio Tolledi (regista Astragali Teatro), Ippolito Chiarello (attore), Piero Fumarola (Docente UniSalento), Eugenio Imbriani (Docente UnSalento), Chiara Idrusa Scrimieri (regista), Mirko Dilorenzo (regista), Samuele Manni (regista), Massimo Fersini (regista), Simone Cinelli (regista), Carla Petrachi (giornalista)

FILM FUORI CONCORSO

Totem blue di Massimo Fersini

PREMI

MIGLIOR FILM (ex aequo)

Chantier humain di Simone Cinelli

Un film che, riprendendo “Portret” di Sergej Loznitsa , immobilizza l’uomo sul luogo del fare quotidiano,  sottraendolo – in tutti i sensi – al ciclo produttivo e sottolineandone l’immanenza.

Eco da luogo colpito di Carlo Michele Schirinzi

È capace di cogliere, attraverso la luce e il disorientamento di corpi adolescenti, la solitudine di un luogo vibrante di voci che la dimenticanza non attenua, bello nella bellezza della rovina.

MENZIONE GIURIA

Pollicino di Cristiano Anania

MIGLIORE REGIA

Il Signor H di Mirko Dilorenzo

MIGLIORE SCENEGGIATURA

Nostos di Alessandro D’Ambrosi e Santa De Santis

MIGLIORE FOTOGRAFIA

Eco da luogo colpito di Carlo M. Schirinzi

MIGLIOR MONTAGGIO

Vodka Tonic di Ivano Fachin

MIGLIOR ATTORE

Leo Gullotta per CORTI di Angelo Cretella

PREMIO CINECLUB

Adesso come adesso di Michele Casiraghi

Giuria: Piero Fumarola, Eugenio Imbriani, Filippo Ticozzi, Valeria Raho, Carla Petrachi.

VI edizione 2011

ITALIA UNITA

Uno straordinario viaggio in Italia tra le mille particolarità di lingue, tradizioni e paesaggi, attraverso gli sguardi e i linguaggi dei filmakers indipendenti. L’attualità, le difficoltà ma anche le virtù di un popolo unico al mondo: dal Salento alla Valle d’Aosta, passando per Napoli, Milano, Roma, l’Emilia, la Sardegna, la Sicilia… proseguendo oltre i confini nazionali con lo spirito d’avventura che si tramanda nelle nuove generazioni di italiani. ll Festival giunge alla sesta edizione mentre l’Italia compie 150 anni. La prima edizione era nata per valorizzare le tante particolarità regionali che fanno di questo Paese uno dei più ricchi al mondo di paesaggi, tradizioni e linguaggi. Oggi il Festival vuole ribadire la necessità di ripartire, uniti, dalla cultura. In perfetto stile italiano, abbiamo trasformato le difficoltà in opportunità. Quando sembrava che l’edizione 2011 potesse saltare a causa del raddoppio delle pretese economiche dei fornitori di servizi a fronte di un dimezzamento delle risorse, abbiamo compiuto, invece, un salto di qualità, a costi contenuti. Contro la pigrizia mentale.

DIBATTITO

UNITI E INDIPENDENTI: IL CINEMA ITALIANO CHE VERRÀ

Interventi dei registi Angelo e Giuseppe Capasso, Vincenzo Caiazzo, Marco Messina, Vito Palmieri, Filippo Ticozzi, Carlo M. Schirinzi, Antonio Puhalovic

PREMI

MIGLIOR FILM

Bando di concorso di Giovanni Meola

Come accade raramente, il film riesce a far sorridere imponendo allo spettatore l’obbligo di riflessione su argomenti tragici ed attuali. Di chiara impostazione teatrale, con giovani attori in ruoli non convenzionali. Spiazzante fino ai titoli di coda.

MENZIONE GIURIA

Gamba Trista di Francesco Filippi

MIGLIORE REGIA

Io sono qui di Mario Piredda

MIGLIORE FOTOGRAFIA

Lo sguardo eccentrico di Antonio Fabio De Vecchi

MIGLIOR MONTAGGIO

Gestes de la vie ordinaire di Simone Cinelli

MIGLIOR ATTORE

Luca Lionello per Taxi di Marco Arturo Messina

PREMIO CINECLUB

Lettere dal deserto di Michela Occhipinti

GIURIA: Fabio Tolledi, Gabriele De Blasi, Lucilla Scozzi

V edizione 2010

FESTIVAL ITALIANO INDIPENDENTE

Spinti unicamente dalla passione per il cinema, senza mai cedere a compromessi, puntiamo sugli autori emergenti, proiettando più film possibili, originali e di qualità, uno per volta, tutti accompagnati da una presentazione, senza porre limiti di durata, di genere e tema Proseguendo su questa via, anche quest’anno regaliamo alla città tre serate di cinema sotto le stelle, con momenti di divertimento e di riflessione sulla nostra povera patria. Un’edizione dedicata a tutte le realtà come la nostra che continuano a promuovere cultura, nonostante tutto. Venti film in concorso selezionati tra oltre novanta, un evento speciale, un dibattito, incontri con gli autori. Nonostante tutto…

DIBATTITO

VANTAGGI, LIMITI E PROSPETTIVE DELLE PRODUZIONI INDIPENDENTI

PREMI

MIGLIOR FILM

Non c’è più una majorette a Villalba di Giuliano Ricci

Un microcosmo del Sud diventa paradigma di una certa “italianità” e il concerto di immagini fortemente evocative sono tasselli di una narrazione fresca, ironica ed efficace.

MIGLIOR REGIA E FOTOGRAFIA

Habibi di Davide Del Degan

Per l’uso consapevole ed efficace del linguaggio cinematografico, accompagnato da splendide immagini costruite con matura capacità registica e di direzione degli interpreti.

MIGLIORE SCENEGGIATURA

Tutto bene di Sergio Recchia

PREMIO CINECLUB

La città della pioggia di Vincenzo Caiazzo

Per la freschezza e la voglia di ricerca di un linguaggio insolito.

PREMIO EMERGENCY

Bianca e Lucia di Dario Dalla Mura e Elena Peloso

GIURIAMassimo Facecchia, Francesco G. Raganato, Chiara Idrusa Scrimieri

IV edizione

FILM E DOCUMENTARI INDIPENDENTI

Sempre più grande è il divario tra falso e vero, tra paese reale e quello descritto dai media. Il cinema italiano indipendente, invece, sembra puntare su un rapporto più immediato con la realtà analizzando il mondo, la storia passata e recente, le paure e le gioie quotidiane. Una tendenza che fa ben sperare.

DIBATTITO

QUANDO IL CINEMA DICE LA VERITÀ? DOCUMENTARIO CONTRO FICTION

Interventi dei registi Mirko Dilorenzo, Salvatore Fronio, Maurizio Mazzotta, Angelo Mozzillo, Francesco Russo, Elio Scarciglia, Orsola Sinisi, Filippo Ticozzi, Giuseppe Tumino, Laura Viezzoli, Gaetano Crivaro

FILM FUORI CONCORSO

S.N. Via senza nome casa senza numero di Cosimo Terlizzi

Narciso di Marcello e Dario Baldi

Tempi moderni – CCCP Fedeli alla Linea di Luca Gasparini

PREMI

MIGLIOR FILM

L’isola analogica di Francesco G. Raganato

MIGLIORE REGIA

Lilli di Filippo Ticozzi

MIGLIORE SCENEGGIATURA

Mauro Rodella, Gianluca Ceresoli, Enrico Ranzanici per La Pistola di Enrico Ranzanici

MIGLIOR MONTAGGIO

Si vola di Laura Viezzoli

MIGLIORE FOTOGRAFIA

I Love Benidorm di Gaetano Crivaro e Mario Romanazzi

MIGLIOR ATTORE

Tommaso Spinelli per Chi non c’è non c’è di Alice Camattini

PREMIO EMERGENCY

Si vola di Laura Viezzoli

PREMIO DEL PUBBLICO

I passi dell’anima di Matteo Galante

GIURIAGigi Campanile, Claudio Longo, Mauro Marino, Luisa Ruggio, Elio Scarciglia

III edizione 2008

SPETTATORI INDIPENDENTI

Ogni anno cerchiamo formule nuove, secondo i nostri gusti e la nostre intenzioni, evitando ciò che non ci piace. Ce lo posiamo permettere grazie al fatto che siamo indipendenti. Scegliendo la via della semplicità, della trasparenza e della concretezza, nel tentativo di sprovincializzare la cultura e creare spazi di cinema. La sfida si fa sempre più dura ma continuiamo a crederci. Anche ripartendo da zero.

DIBATTITO

NUOVI GUSTI ED ESIGENZE DEL PUBBLICO CINEMATOGRAFICO. RIFLESSIONI E PROPOSTE PER LA DIFFUSIONE DEL CINEMA INDIPENDENTE E D’AUTORE.

Interventi di Giuliano Capani (Documentarista), Gigi De Luca (Vicepresidente Apulia Film Commission), Flavio Raccichini (Festival Corto Dorico di Ancona), Gabriele Russo (Coop. Kama di Calimera), Daniela Serafini (DB d’Essai  Lecce)

FILM FUORI CONCORSO

Ubu sotto tiro di Alessandro Renda

Gli invisibili di Carmosino, Del Grosso, De Sanctis, Carocci;

La canarina assassinata di Daniele Cascella

PREMI

MIGLIOR FILM E MIGLIORE REGIA

Adil e Yusuf di Claudio Noce

Con occhio severo e non accondiscendente il regista disegna i personaggi assecondato da una fotografia angosciante, un montaggio frenetico e interpreti straordinari. Lo stile particolare ben si congegna alla storia quotidiana e tragica.

MIGLIORE SCENEGGIATURA

Nicola Guaglianone per Basette di Gabriele Mainetti

Il colorato sogno finale in una borgata romana disegnata con sguardo intenso, bello e tragico insieme.

MIGLIOR ATTORE

Fabrizio Favaloro per Vorrei vivere in un film porno

Con disinvoltura entra ed esce dal suo racconto.

MIGLIORE FOTOGRAFIA

David Suàrez per Vietato fermarsi

MIGLIOR MONTAGGIO E PREMIO DEL PUBBLICO

Amelia di Chiara Idrusa Scrimieri

Affettuoso ritratto di una giovane nonna che pensa positivo, tra profumo di moka, mutande appese, una mano di scopa, una danza di piedi ed una badante polacca. Ironico, divertente, vero!

GIURIAGiuliano Capani, Mirko Dilorenzo, Cristina Mileti

II edizione 2007

AUTORITALIANINDIPENDENTI

Invisibile come i luoghi dimenticati, come il tempo passato, come ciò che deve ancora avvenire. Invisibile come le piccole storie quotidiane. Sorpresi dalla quantità di opere giunte, dai tanti autori che hanno creduto nel Festival come occasione d’incontro con il pubblico, meravigliati dalla qualità delle produzioni e delle idee, abbiamo deciso di dedicare l’edizione 2007 a tutti i videomakers italiani indipendenti. Artisti, artigiani dell’immagine, espressione contemporanea del genio italiano, ancora troppo trascurati dalle politiche di investimento economico e culturale a vantaggio di operazioni di cinema industriale senza valore. Continuando la ricerca intrapresa nel 2006, abbiamo trascorso un lungo anno di lavoro a visitare festival e prendere contatto con produzioni e autori di ogni regione, illuminando angoli ancora bui, evitando le luci accecanti. Un viaggio nel cuore di una nazione dalle mille identità che il cinema miliardario non riesce più a raccontare come, invece, sa fare questo cinema “minore”, povero e passionale.

DIBATTITO

FARE CINEMA, INDIPENDENTEMENTE: VIDEOMAKERS E ISTITUZIONI A CONFRONTO.

Interventi dei registi: Angelo Paparcuri, Angelo Cretella, Massimiliamo Giacinti, Maurizio Mazzotta, Fabrizio Favaloro, Eleonora Ievolella, Max Bartoli

MOSTRA FOTOGRAFICA

RITRATTATORE di Adriano Scognamillo

FILM FUORI CONCORSO

Criminel genetique di Valerio Maggi

Il favoloso mondo di G – Il cinema di Ugo Gregoretti di Luigi Barletta

PREMI

MIGLIOR FILM

Compito in classe di Daniele Cascella

Per la capacità di affrontare con originalità ed asciuttezza di stile un tema delicato, avvalendosi della forza di una straordinaria interpretazione (Teresa Saponangelo), di una fotografia molto curata e con scelte di regia avvolgenti.

MIGLIORE REGIA

Al mare di Vito Palmieri

MIGLIORE SCENEGGIATURA

Fabio Ferro e Sydney Sibilia per Noemi

MIGLIORI ATTORI

Franco Ferrante e Nicola Giustino per Meridionali senza filtro di Michele Bia

MIGLIORE FOTOGRAFIA

Maurizio Calvesi per Ignotus di Max Bartoli

MIGLIOR MONTAGGIO

Il caso Ordero di Marzio Mirabella

PREMIO DEL PUBBLICO

Perdizione di Maurizio Mazzotta

PREMIO CINECLUB

Vuoti urbani di Massimiliano Giacinti

PREMIO SPECIALE

Accademia del Cinema di Bari-Enziteto

GIURIA: Marcello Sacco, Sergio Limongelli, Lilì Launay

I edizione 2006

IL CINEMA INDIPENDENTE DELLE REGIONI

ll Festival del Cinema Invisibile nasce dall’esigenza di guardare più da vicino la situazione del cinema italiano. Perché, ci siamo chiesti, il cinema italiano non decolla e non produce più opere di qualità? Perché non emergono i giovani autori? Per mancanza di idee o per volontà di qualcuno? Eppure, a fronte di un mercato commerciale in perenne crisi d’identità, esiste un settore vitale di autori indipendenti, relegati spesso ad una notorietà locale. La prima edizione del Festival, quindi, è dedicata al cinema regionale, quel cinema, cioè, legato ad un territorio specifico per tematica, lingua e ambientazione, che sta prendendo sempre più piede. La nostra ricerca parte da qui, dalla base, individuando nella miriade di Festival di cinema indipendente sparsi in Italia, gli autori più premiati ed invitandoli a Lecce per conoscere e confrontare i loro lavori. Trattandosi di un momento di riflessione, si è preferito un programma dai ritmi non forsennati, all’insegna della qualità e del confronto, evitando una programmazione eccessiva e focalizzando piuttosto l’attenzione su singoli registi. Oltre ai film in concorso saranno proiettati altri film degli stessi autori in gara che, intervenendo personalmente, avranno la possibilità di esporre la propria idea di cinema.

DIBATTITO

IL NUOVO CINEMA REGIONALE

Interventi di Anton Giulio Mancino, Vincenzo Camerino, Giacomo Toriano.

MOSTRA FOTOGRAFICA

IN/VISIBILE a cura del Fotoclub L’occhio di Galatone (Le)

FILM FUORI CONCORSO

Donna senza seni di Ippolito Chiarello

Il ritorno dei giullari di Gianluca Camerino

Sembra quasi che il sole tramonti di Elio Scarciglia

La visite di Serafino Fasulo

Un’ora sola ti vorrei di Alina Marazzi

Radice quadrata di tre di Lorenzo Bianchini

PREMI

MIGLIOR FILM E MIGLIORE FOTOGRAFIA

Uno in più di Alberto Gambato

MIGLIORE REGIA E MIGLIORE SCENEGGIATURA

Mandorle amare di Giuseppe Giusto

MIGLIOR ATTRICE

Mena Vasellino in Beloved Liza di William Mussini

MIGLIOR MONTAGGIO

Camere di confine di Milo Busanelli

PREMIO DEL PUBBLICO

Mandorle amare di Giuseppe Giusto

Giuria: Anna Dimitri, Serafino Fasulo, Giacomo Toriano